statuto

Indice articoli

 Art. 11  (Il Consiglio Direttivo)

  1. Il Consiglio direttivo e composto da un numero di Consiglieri in ragione di 1 ogni 50 soci per un massimo di 15 Consiglieri eletti dall'Assemblea generale dei soci con voto a scrutinio segreto con il sistema proporzionale sulla base di una o pili liste e secondo le modalita previste dal regolamento.
  2. Hanno diritto di voto e possono essere eletti i soci che risultano iscritti da almeno tre mesi, antecedenti la data delle elezioni, nel "libro dei soci" e che risultano in regola con il versamento della quota sociale.
  3. I Consiglieri eletti subentrano dopo la proclamazione, durano in carica tre anni e sono rieleggibili per altri due mandati consecutivi. Ove venisse a mancare, per qualsiasi motivo, uno o  più membri gli subentra il primo dei non eletti che rimane in carica fino alla scadenza.
  4. Le  dimissioni volontarie di un Consigliere sono inviate per iscritto al Consiglio direttivo che provvede alla loro ratifica. Dopo la ratifica spetta al Presidente dare comunicazione per  iscritto al subentrante.

Art. 12 (Attribuzione del Consiglio Direttivo)

  1. Il  Consiglio direttivo nella prima seduta elegge il Presidente del Circolo e l'Economo/cassiere all'interno dei suoi componenti.
  2. Il Consiglio direttivo fissa:
  • le linee programmatiche di attività del Circolo tenendo conto dei deliberati dell' Assemblea
  • generale dei soci;
  • adotta i bilanci preventivo e consuntivo entro il 31 marzo di ogni anno unitamente ad una relazione illustrativa sull'attivita svolta e da svolgere;
  • elegge al proprio interno il Comitato esecutivo determinandone il numero dei componenti da un minimo di 5 (cinque) ad un massimo di 7 (sette);
  • delibera l'ammissione dei soci;
  • controlla l'attività del Comitato esecutivo;
  • approva il Regolamento interno e/o eventuali modifiche dello stesso;
  • delibera la quota annuale di associazione, per l'approvazione da parte dell'Assemblea.
  1. 3. Il Consiglio direttivo è convocato dal Presidente almeno tre volte l'anno mediante comunicazione scritta personale che  deve contenere l'indicazione dell'ordine del giorno, della data, dell'ora e del luogo della riunione. Le riunioni sono valide qualora sia presente la metà più uno dei suoi componenti.
  2. Le  deliberazioni sono prese a maggioranza dei presenti, in caso di parita prevale il voto del Presidente, non sono ammesse deleghe.
  3. 5. Il Consiglio direttivo e tenuto a verbalizzare tutte le proprie decisioni su appositi libri.
  4. Il Consiglio direttivo dispone la revoca dall'incarico di Presidente e dell'Economo/cassiere nei seguenti casi:
  • per gravi violazioni di norme di legge e del presente Statuto;
  • per inadempienze in ordine agli indirizzi impartiti dal Consiglio direttivo stesso.

Le nostre convenzioni

Scopri tutte le nostre convenzioni stipulate
per ottenere vantaggi e sconti.

  • abbigliamento agenzie viaggi ristoranti
    ABBIGLIAMENTO AGENZIE DI VIAGGIO RISTORANTI
  • artigiani assicurative finanziarie
    ARTIGIANI ASSICURATIVE FINANZIARIE
  • hi professionisti turistiche formazione
    PALESTRE & MASSAGGI PROFESSIONISTI STRUTTURE TURISTICHE SCUOLE E FORMAZIONE